Al lido “Brigata Aosta” cala il sipario sull’ottava edizione dell’Olimparty Messina


Al lido “Brigata Aosta” cala il sipario sull’ottava edizione dell’Olimparty Messina.

Quasi mille gli atleti che hanno preso parte a questa manifestazione, che vede lo sport come momento di aggregazione e veicolo per abbattere ogni barriera.

La giornata di ieri è stata segnata dalle grandi finali e a seguire dalle premiazioni. L’handball maschile ha incoronato i ragazzi del “Messina A”, bravi e caparbi nell’imporsi sulla Nazionale maltese, in Sicilia per preparare i prossimi Giochi del Mediterraneo. Nel footvolley ha vinto l’“Atletico Furci”, 2-1 sugli spiritosi “Cucini medda”.

“Mama boys” e “Arresto e tiro” hanno centrato il successo nel basket, rispettivamente maschile e femminile. Lo spettacolo è proseguito in mare, con il torneo di pallanuoto. Qui, a salire sul gradino più alto del podio sono stati gli “Etna Brazzers”. Sottorete, nel beach volley 2×2 femminile, la vittoria è andata alla coppia Calì-Lo Re, che in due set ha battuto Chiavaro-Baccini (21-10/21-13). Stesso punteggio (2-0) nel beach tennis next generation, con la coppia Stagno-Mancuso che ha superato Carai-Frattini. Anche il Calisthenics ha celebrato il proprio re, si tratta di Gabriele Motta.

Colonna sonora pomeridiana la sfida del vinil contest, accoppiata per l’occasione allo “Schiuma Party”, festa saponata a bordo palco. Il dj Daniele Sorrenti, decretato vincitore, è stato inserito nella giuria del dj contest serale con Helen Brown, Paolo Ursino, Stefano Falcone e Sara Pollino. Una squadra di professionisti affermati, che ha consegnato la coppa all’appena undicenne Manuel Surace, in arte “Bit”. A chiudere il quadro il premio “Opinione” a Ferdinando Faraci, l’ultimo dell’Olimparty 2019.