Fitness | Con Simona Alessi alla scoperta del Group Boxing e Group Functional Beats


Simona Alessi appartiene al mondo del fitness da più di dieci anni. “Da quando ho iniziato a praticare Jazzercise  – racconta – per poi decidere di insegnarlo. Nel corso degli anni mi sono affacciata a tante nuove discipline, finché non ho conosciuto la IBFF – Italian Boxing & Fitness Federation e i suoi format grazie al mio compagno, nonché istruttore certificato IBFF responsabile su Messina e Provincia, Peppe Schepis. Sin dalla prima volta è stato un colpo di fulmine, non ho mai perso una lezione, fin quando non ho partecipato ad una Master Class di Vincenzo Mazzarella (Creator and President IBFF e Master Trainer Group Boxing Academy) e da lì ho iniziato a prendere consapevolezza che avrei voluto insegnare quelle discipline.”

“La IBFF – spiega –  è scuola leader per il Combat Fitness. In Group Boxing si colpiscono i sacchi con pugni, calci, ginocchiate e gomitate ispirandosi alla boxe e a tutte le arti marziali nel contesto del fitness musicale. L’allenamento è focalizzato su tecnica, pulizia del gesto e impegno muscolare mediante combinazioni semplici e brevi e non attraverso coreografie aerobiche. Si privilegia sempre la didattica e si ha cura di accompagnare step by step l’allievo in modo che la classe diventi omogenea con un allenamento adatto a tutti. Group Functional Beats è la nuovissima attività hi-intensity cardio/tone, total body, body weight organizzata attorno alla struttura dei brani musicali. La lezione di Group Functional Beats consiste in una serie di mini-circuiti organizzati all’interno di un brano musicale, non è un concept pre-coreografato ma è un metodo di allenamento strutturato, infatti sarà l’istruttore a selezionare gli esercizi che ritiene più adatti alla propria classe. Sono due discipline con caratteristiche diverse, ma il fattore comune è sicuramente uno: allenamento e divertimento!

“I benefici  prosegue  – per chi pratica sono molteplici: Divertimento: ogni lezione è diversa e coinvolgente. Scarico delle tensioni e dello stress: tirare calci e pugni al sacco oppure immergersi in un allenamento funzionale a ritmo di musica cos’altro potrebbe fare? Marzialità: tutte le arti marziali sono traslate nel contesto del fitness musicale. Allenamento: un Interval Training total body in cui grande importanza viene data all’allenamento cardiovascolare”.

La IBFF, nel comparto del Combat Fitness propone altre quattro differenti attività: Group Sparring, un unicum a livello mondiale in cui i target sono gli Strike, speciali colpitori sviluppati ad hoc, e che prevede un lavoro “one to one” a coppie. Strike Boxe, in cui si colpiscono sia il sacco che gli Strike avvolti attorno ad esso. Group Boxing Kids, il programma dedicato in maniera specifica ai bimbi attraverso l’adattamento dell’allenamento con sacchi e colpitori, giocomotricità, musica e momenti ludici. Boxercise Personal Training è il corso svolto sotto l’egida della Boxercise, la scuola inglese di Boxing & Fitness fondata da Andy Wake, con cui IBFF ha una solida partnership. Altra disciplina è il Group Functional, ossia il Functional Training che rappresenta la nuova frontiera dell’allenamento funzionale di gruppo.

Diventare istruttore non è certamente un passatempo, e come la stessa Alessi spiega,  “richiede molti impegni e sacrifici, e il motore di tutto è sicuramente la passione in ciò che si sta facendo e la voglia di trasmettere agli altri quella stessa passione. L’iter formativo per diventare istruttori Group Boxing prevede due step necessari: il primo è Group Boxing Start Up che rappresenta il primo incontro con l’Accademia e si sviluppa in un’intera giornata affrontando lavori teorici e pratici. Il secondo step è Il Group Boxing BASIC, lo step fondamentale del programma ideato da Vincenzo Mazzarella. Per diventare istruttori Group Functional Beats si consiglia di aver partecipato a lezioni di Fitness musicale e di avere nozioni di base di metodologia dell’allenamento”. 

Inevitabile non parlare del periodo del lockdown e di come ci si è allenati lontano dalle palestre. “La pandemia ha stravolto le nostre vite, la routine e tutto ciò che prima sembrava “normale” non lo è più stato. Ci si è allenati prevalentemente in casa: pur non avendo i sacchi, indispensabili per Group Boxing, ho visto allievi dare spazio alla fantasia costruendoli con tutto ciò che avevano a disposizione. Ho avuto modo di vedere materassi, appendiabiti imbottiti di cuscini, borsoni riempiti di vestiti prendere una nuova vita, ed è davvero qualcosa di indescrivibilmente bello perché, nonostante tutto abbiamo continuato a portare un po’ di normalità nelle nostre vite. Anche per il Group Functional Beat la fantasia non è stata da meno: bottiglie, libri, zaini riempiti di qualsiasi cosa pur di avere tutti gli attrezzi a disposizione!”

Per il futuro la Alessi aspira a calcare i palchi più importanti come quello di Rimini Wellness o di Bibione. Uno dei sogni nel cassetto è sicuramente quello di diventare Presenter.