Capuano definisce “apoteosi” la vittoria a Potenza


Vittoria “apoteosi” per Capuano che, alla prima vede la sua “Capuanese” e trova il successo cercandolo con buone intuizioni nei cambi. 

“Abbiamo preparato una partita in ampiezza, avevamo tante assenze, sul 2 a 2 abbiamo subito una ripartenza proprio perchè non ci volevamo accontentare. Vincere su un campo difficilissimo dopo essere stata sul due a due. Abbiamo corretto qualcosa, è la vittoria della sofferenza. la cosa che più mi è piaciuta è stata la voglia di voler ottenere il risultato. Consentitemi di ringraziare il popolo messinese, preparare una partita in una settimana, ringrazio chi mi ha scelto, chi mi ha portato a Messina e spero che, a fine anno, si possano raggiungere i risultati prefissati.”

La sorpresa di una difesa a tre con Fazzi…

“Nella vita ci vuole coraggio, mi sembra che è stato uno dei migliori in campo. L’ho fatto perchè loro a destra erano molto forti per la spinta di Coccia, l’ho fatto per inizio gioco, ci ho visto giusto.”

Ha visto quanto si aspettava dalla sua squadra?

“Volevo vedere una reazione della squadra. Fino a ieri andava in vantaggio e poi subiva,  oggi si è dimostrato il contrario, il risultato era fondamentale, siamo stati coraggiosi e c’è stato il risultato, ora abbiamo una partita difficilissima mercoledì, la classifica è preoccupante bisogna fare e fare ancora.”

Ha fatto alcune modifiche sia prima della partita che in corsa

Noi lavoriamo in base all’avversario, loro si aprivano in avanti e si chiudevano e stringevano in fase difensiva, sia nel primo che nel terzo gol, quindi, loro mancavano nello scarico, nei cross e ne abbiamo approfittato. Sui gol presi ancora subiamo sempre le ripartenze da centrocampo.  Mi è piaciuto che nonostante i cambi ogni volta che subivamo gol riuscivamo subito a reagire. Adesso, mi auguro di vedere tanta gente mercoledì, oggi ci hanno aiutato, erano centocinquanta sembravano tremila.”