Promozione/C | Le altre messinesi. Vince la Jonica con il Gescal. Vittoria esterna per lo Sporting Taormina. Ss Milazzo Ko


JONICA – GESCAL  1-0
Marcatori: Cardia 26’Pt.(Rig)
Arbitro: Claudio Fortunato Ragusa di Barcellona Pozzo di Gotto. Assistenti: Luca Giuseppe Sciuto e Diego Pernicone di Catania.
JONICA: Pontet, Savoca G., Lombardo, Herasymenko, Sanfilippo, Cardia, Savoca A, Longo (7′ st Uscenti), Ortiz, Ninkovic (22′ st Puglisi), Gallardo (45′ st De Zan). All. Costantino
GESCAL: Arrigo, Casale, De Salvo (1′ st Crucitti), Ballarò, Tiano, Parrinello, Marino, Di Stefano (20′ st Zappalà), Minissale, Trovato (30′ st Bertè), Keita. All. G.Di Maria
Ammonizioni: Lombardo(J), Di Maria(G)

La trasformazione del calcio di rigore battuto da Cardia

Al “Bacigalupo” di taormina. vince la Jonica che nel primo tempo mostra sprazzi di buon calcio, riuscendo a concretizzare le diverse azioni in un solo gol. Vantaggio che riesce a difendere, poi, per tutto il resto della partita senza subire più di tanto l’offensiva del Gescal che nel secondo tempo alzava il baricentro, senza però risultare mai pericolosa. Continua la striscia positiva della Jonica che rimane imbattuta in campionato e sale al terzo posto in classifica.

Cronaca: parte fortissimo la squadra di Dario Costantino, al 4’ azione targata Savoca, con Giuseppe che crossa per Alessio che da un passo non riesce a trovare la porta. Quattro minuti dopo Cardia tenta il tiro da fuori ma sbaglia. Al decimo, calcio champagne della Jonica, con Cardia che apre sulla destra per Gallardo che dal fondo mette in mezzo dove trova Ortiz che tenta il gran gol di tacco, respinge però il portiere, sulla ribattuta Ninkovic spara alto. Al 19esimo Ninkovic trova Savoca con un lancio delizioso, l’attaccante santateresino però spara alto. Al 20esimo corner Battuto da Alessio Savoca che trova libero in area Savoca G. che di testa manda fuori di poco. Tre minuti più tardi palla in verticale per Longo che davanti al portiere viene anticipato da un difensore, la palla resta li dopo diversi rimpalli, poi arriva ad Ortiz che conclude l’azione con un tiro che finisce alla destra della porta difesa da Arrigo. Al ventiseiesimo si sblocca finalmente il match con un rigore per la Jonica, fallo di mano evidentissimo su tiro di Ortiz dal centro dell’area. Sul dischetto si presenta Ciccio Cardia che spiazza Arrigo e fa 1 a 0. Bellissima esultanza della squadra con una maglietta in onore dei compagni Filippo Marchiafava e Ciccio Ferraro assenti per problemi legati alla sfera personale. Minuto 36, primo squillo del Gescal, ottimo triangolazione sulla fascia che porta ad un cross di Minissale, che trova libero Keita che tira ma viene contrastato e guadagna solo corner. Il primo tempo si chiude cosi sul 1 a 0 per la squadra di casa.

Costantino,Tecnico della Jonica

All’inizio del secondo tempo cominciano i primi cambi con il Gescal che sostituisce De Salvo per Crucitti. Parte meglio la Gescal con una azione personale del fantasista in maglia verde Trovato, che però tira alla destra della porta di Portet. Al quarto Keita sfiora il palo con un tiro dalla distanza. Al settimo primo cambio per la Jonica con Uscenti che prende il posto di Longo. Al minuto 21 azione della Jonica con Savoca che riceve in area, punta un difensore e lo supera, mette in mezzo, cross che deviato supera tutta l’area di rigore, raccoglie poi Gallardo che tenta di nuovo un cross, ma anche questo viene respinto, pallone recuperato da Cardia che tira al volo il portiere blocca in due tempi. Al 22esimo esce Ninkovic ed entra Puglisi. Dieci minuti dopo punizione dal limite guadagnata da Ortiz, al tiro va Cardia, miracolo in tutto del numero uno messinese. Al 33esimo ammonito mister DI Grazia e cambio per la Jonica, fuori Savoca dentro Di Bella. Al quarantesimo, grande uscita palla al piede di Sanfilippo, che trova lungolinea Uscenti, il giovane mette in mezzo dal fondo e trova Ortiz che si gira bene ma trova la pronta respinta del portiere. Al minuto 46 fuori Gallardo per crampi entra De Zan. La partita non regala altre emozioni e si conclude con questa vittoria fondamentale per la nostra Jonica per rimanere attaccata al treno delle prime, prova molto convincete degli uomini di Mister Costantino, da replicare fra una settimana nuovamente in casa contro il Viagrande.

 

SPORTING VIAGRANDE-SPORTING TAORMINA 0-2

Marcatori: 34′ pt Palazzolo, 38′ pt Famà

Sporting Taormina: D’Antone, Vasta, Garrasi, Puglia, Bruno, D’Arrigo, Palazzolo, Emanuele, Famà (Ilardo), Castorina, Caltabiano (Stracuzzi). All. G.La Mela

Arbitro: Gabriele Marino di Siracusa. Assistenti:  Giovanni Agolino di Ragusa e Franzjoseph Grasso di Acireale.

Vittoria in trasferta per lo Sporting Taormina che sbanca Viagrande e compie un balzo in classifica posizionandosi dietro le prime posizioni. Bastano due reti nella prima frazione. Al 34′ bella azione sulla destra, pallone indirizzato verso il centro dell’area dove Famà faceva da sponda per Palazzolo che incrociava il tiro ed insaccava in rete per il vantaggio degli ionici. Dopo soli quattro minuti il raddoppio, infatti, al 38′ palla lanciata in profondità per Famà che superava in velocità un difensore e tentava il pallonetto con il portiere in uscita disperata, la palla scheggiava la traversa  e veniva allontanata dalla linea di porta, ma arrivava nuovamente sui piedi di Famà che dal limite dell’area faceva partire una bordata di sinistro che superava il portiere rientrato tra i pali. Nella ripresa lo Sporting Taormina riusciva a mantenere la distanza nel risultato grazie ad una squadra equilibrata ed una difesa accorta.


PALAGONIA-MILAZZO 1-0
Marcatore: 
32′ pt Missale

Palagonia: Di Benedetto, Caniglia, Siciliano, Caruso, Arena, Senia, Calcagno (25′ st Politino), Nicotra, Ardizzone (41′ st Casaccio), Missale (31′ st Castorina), Vitellino (37′ st Ricordi). All. Buoncompagni

Milazzo: Ragusa, Ferlazzo (35′ st Di Bella), Laquidara, Fofana (24′ st Trimboli), Leo, Matinella, Bartuccio, La Spada ( 37′ st Coulibaly), Rasà, Arena, Mastroieni (14′ st Aloe). All. Caragliano

Arbitro: Marino di Siracusa. Assistenti: Agolino di Ragusa e Grasso di Acireale

Il Milazzo perde contro il  Palagonia, alla prima vittoria stagionale,  e rimane relegato al centro classifica.Gara ben giocata nel primo tempo con i biancorossi che gestiscono la palla. Al 32′ arriva il gol del Palagonia che sfrutta al meglio un calcio d’angolo e Missale mette in rete. Dopo lo svantaggio, il Milazzo va vicino al gol del pareggio con una punizione respinta sulla linea dal difensore Caniglia ed alcuni buoni interventi del portiere Di Benedetto. Nella ripresa comincia la girandola di cambi dalla panchina, il Milazzo attacca a testa bassa ma non riesce a scardinare l’assetto difensivo messo in campo da mister Buoncompagni. Finisce con la vittoria dei locali che raggiungono in classifica i mamertini.

L’undici del Palagonia