L’S.S. Milazzo si presenta alla città fra vecchie glorie e il ricordo di Marco


Nella sobria location dell’Atrio del Carmine, ci siamo presentati alla città ed ai nostri
tifosi. Un simpatico mix tra passato, con la presenza di alcune vecchie glorie, ed un
percorso nuovo col marchio appena acquisito, lanciato verso il futuro.

La piacevole conduzione ha inoltre reso ancor più gradevole la serata. Dopo la presentazione del
gruppo juniores ” che vuole quantomeno ripetersi nei risultati della scorsa stagione
e preparando i talenti per la prima squadra” – così ha precisato il direttore tecnico
Angelo Caragliano – sono saliti sul palco alcuni pezzi significativi del Milazzo degli
anni forti. Roberto Aricò ha raccontato del suo esordio nel 1964 mentre Pippo Gitto (
da Tonnarella) ha ricordato le gare disputate nella nazionale dilettanti ed il titolo di
cannoniere con la maglia del Milazzo che ancora detiene con le 100 reti realizzate. Il
suo omonimo milazzese ha invece rimarcato l’interessante coppia Gitto primo e
secondo che terrorizzava le difese avversarie. Il più recente passato lo hanno
rappresentato i milazzesi, presenti con Ernesto Dall’Oglio, Peppe Guido, Mirko
Camarda e Peppe Orioles.

il ricordo di Marco Salmeri

Toccante il ricordo di Marco Salmeri mentre il presidente
Franky Alacqua consegnava alla famiglia una maglia ricordo. Alcune vecchie glorie
non hanno voluto disertare la serata ed hanno fatto pervenire con un video, il loro
affetto alla città e l’agurio perché la stagione calcistica che sta per cominciare sia
per noi provvida di soddisfazioni. Un segnale importante la nostra società lo ha
voluto rivolgere alla ritrovata tifoseria, ringraziandola e donando ai rappresentanti
un pallone con la firma di tutte le componenti della S.S.Milazzo. Dopo la
presentazione delle maglie che verranno indossate quest’anno dai nostri beniamini,
l’ovazione è stata rivolta ai giocatori ed allo staff tecnico, guidato da Nico
Caragliano, che sono saliti sul palco. ” Un compito arduo ma che affronteremo col
massimo impegno e con lo spirito del tifoso – ha precisato l’allenatore – portare in
alto il nuovo marchio ci onora e pertanto non lesineremo ogni sorta di sacrificio pur
di riuscirci”. A chiusura, è stato presentata tutta la dirigenza mentre il presidente
Alacqua esprimeva tutto il suo compiacimento per il gruppo creato e che lo aiuta
nella conduzione della stagione ” non è mai facile – ha precisato – ma gli amici che
mi aiutano sono fantastici; le soddisfazioni che vorremmo dare alla tifoseria sono in
cima ai nostri obiettivi e per riuscirci faremo tutto il possibile”. La coreografia finale
organizzata dai tifosi con la fiaccolata, è stato il crescendo di una serata che in tanti
ricorderanno.