Giro di Sicilia 2019. La seconda tappa vinta in volata da Belletti


Manuel Belletti vince in volata la seconda tappa del Giro di Sicilia 2019, da Capo d’Orlando a Palermo (236,0 km). La lunga frazione di oggi si è conclusa con il successo dell’alfiere della Androni Giocattoli Sidermec, dopo che gli ultimi fuggitivi erano stati ripresi a sei chilometri dalla conclusione. Il secondo posto  toccato al vincitore della tappa di ieri, Riccardo Stacchiotti, che resta leader della classifica generale, mentre non va oltre il terzo posto Juan Sebastian Molano (UAE Team Emirates), lasciato al vento troppo presto dal compagno Roberto Ferrari.

Altri cinque italiani hanno centrato la top ten: Riccardo Minali (Israel Cycling Academy), Paolo Totò (Sangemini – Trevigiani – MG.K vis), Emanuele Onesti (Giotti Victoria), Marco Tizza e Marco Bernardinetti (Amore & Vita – Prodir). L’avvio è rapido, con molti corridori delle squadre Continental che provano a sfruttare la vetrina siciliana per mettersi in mostra e passare una giornata in avanscoperta. Dopo una decina di chilometri sono addirittura 30 i corridori che riescono ad avvantaggiarsi, guadagnando ben 30 secondi sul grosso del gruppo. Ovviamente questi corridori in fuga non riescono definitivamente ad andare via al gruppo, ed un’ulteriore selezione lancia un nuovo manipolo di corridori composto da  Viesturs Luksevics(Amore&Vita Prodir), Diego Pablo Sevilla (Kometa Cycling Team), Andreas Kron (Riwal Readynez), Andrea Toniatti(Team Colpack) e Antonio Di Sante (Sangemini Trevigiani-MG.Kvis). I battistrada arrivano così ad avere un vantaggio massimo di 5’10” dopo 75 chilometri di gara.

La salita di Geraci Siculo, affrontata sotto una pioggia battente, non cambia le carte in tavola, se non per il gruppo che comincia a recuperare terreno, con l’apporto fondamentale della Androni-Sidermec e Neri Sottoli – Selle Italia – KTM. I fuggitivi vengono tenuti a distanza fino agli ultimi dieci chilometri, quando vengono mano mano ripresi. Gli ultimi sono Lukevics e Kron, che vengono riassorbiti a 6000 metri del traguardo. Stefano Oldani(Kometa Cycling Team) tenta una sortita ai -3, ma il gruppo, ormai lanciato, non gli lascia spazio. Negli ultimi due chilometri la UAE Emirates prende in mano la situazione, chiudendo facilmente anche su un allungo di Luca Wackermann (Bardiani CSF). All’ultimo chilometro è la Israel Cycling Academy a prendere la testa del gruppo e a lanciare la volata, nel corso della quale si rischia anche la caduta a causa del fortuito contatto tra il vincitore, Manuel Belletti, e uno stizzito Iuri Filosi (Delko Marseille Provence).