Città di Messina e Roccella 0-0 il finale al Despar Stadium. Giallorossi ancora inconcludenti


CITTA’ DI MESSINA-ROCCELLA 0-0

Città di Messina: Landi, Fofana (20′ st Cannino), Quintoni, Bellopede, Bombara, Fragapane, Nicosia, Calcagno, Galesio (40′ st Princi), Bonamonte (32′ st Codagnone) Santoro (12′ st Argomenti). A disp.: Berikasvili, Grasso, De Lucia, Ferraù, Silvestri. All.: Furnari

Roccella: Scuffia, Cordova, Asselti, Amelio, Osei, Strumbo, Ngom, Tassone (16′ st Pizzutelli), Colaianni, Djowobo, Messina. A disp.: Spano, Filippone, Zukic, Braglia, Braglia, Ritano, Busatta, Mesiti, Akonedo. All.: Paratore

Arbitro: Giaccaglia di Jesi

Assistenti: Mangoni e Camoni di Pistoia

Ammoniti: Bonamonte (CdM), Messina (R), Argomenti (CdM), Bellopede (CdM), Strumbo (R)

Nella prima frazione di gara Roccella subito pericoloso con Accetti che al 3′ calcia una punizione da destra con la sfera che attraversa l’intera area dei giallorossi. Dopo l’iniziale brivido match bloccato sullo 0-0 con le squadre che giocano molto nella zona mediana del campo. La gara al 18′ si infiamma. Prima a rendersi pericolosi sono i giallorossi con una punizione di Bonamonte il quale trova Galesio fermato per gioco pericoloso. Appena un minuto dopo sinistro di Tassone (Roccella) che termina sul fondo. Dieci minuti dopo Landi è superbo a respingere con i pugni un tiro dal limite di  Djowobo. Nicosia al 33′ spara alta la palla del possibile vantaggio  dopo il cross di Bonamonte. Due minuti dopo Scuffia, sugli sviluppi di un corner, è bravo a negare la gioia del gol a Santoro rinviando la sfera sulla linea a portiere battuto. Sul fronte opposto tiro ravvicinato di Djowobo e Fragapane, anche lui,  salva sulla linea. La prima frazione si chiude sul punteggio di 0-0 dopo un minuto di recupero.

Il secondo tempo vede un Città di Messina più offensivo come dimostra al 3′ Galesio il cui tiro però termina alto. Al 10′ Amelio colpisce di testa sugli sviluppi di un corner ed è ancora una volta decisivo Landi, pronto a negare la gioia del gol.  Sei minuti dopo è Pizzutelli a creare problemi alla retroguardia giallorossa con una punizione dai 20 metri neutralizzata in due tempi dell’estremo difensore locale.

La gara termina dopo quattro minuti di recupero. Dal 20′  della ripresa in poi pochissime le emozioni così come successo nel corso della prima frazione.