La Brexit calcistica lascia al centro dell’Europa solo l’Inghilterra


Ma l’Inghilterra è sicura di portare a termine il processo Brexit e uscire fuori dall’Unione Europea? Seguendo le dinamiche  calcistiche non sembrerebbe proprio. Nessuna nazione infatti era riuscita a piazzare quattro squadre nelle due finali di Coppa, rispettivamente Champions League e Europa League. Una rinascita del calcio inglese, probabilmente all’apice del proprio splendore, che pone  di fatto, la parola fine al dominio spagnolo targato Barcellona, Real Madrid, Atletico e Siviglia.

Cinquantuno anni dopo il lancio dell’album “White Album” dei Beatles, un altro quartetto, composto da Klopp, Pochettino, Sarri e Emery è pronto a lanciare la rivoluzione inglese, al suono non di “All you need is love” ma All you need is football, tutto ciò che serve è il calcio. Adesso è caccia al vincitore,  con i bookmakers pronti a raccogliere qualsiasi scommessa su chi sarà la vincente dei due match, Chelsea-Arsenal e Tottenham-Liverpool.

Per la prima volta dal 2013 tra i ventidue che scenderanno in campo al Wanda non ci saranno i due alieni, CR7 e Messi, un evento epocale. Lennon  cantava “We all want to change the world”, ovvero tutti vogliamo cambiare il mondo e l’Inghilterra il mondo del calcio, almeno per quest’anno, lo ha davvero cambiato.