Calcio femminile | Juventus – Fiorentina uno spot per il calcio


Mentre in questo  weekend la Serie A maschile e gli altri principali campionati di calcio europei ci hanno lasciati orfani del calcio giocato, causa nazionali, che hanno disputato in tutto il mondo, partite di qualificazione relative ai loro tornei continentali, la Serie A femminile ha proseguito, senza nessuna sosta regalandoci uno spettacolo unico, la vera essenza dello sport, insomma uno spot per il calcio.

All’Allianz Stadium di Torino infatti, con ben 39.027 spettatori, approfittato dell’ingresso gratuito concesso dalla società, numerosi tifosi italiani della Juventus e non, hanno assistito al match di cartello Juventus-Fiorentina, la partita più attesa del campionato, decisiva per lo scudetto e giocata tra le prime due compagini femminili istituite dai grandi club italiani, vincitrici tra le altre cose, degli ultimi due scudetti. Prima della partita erano divise da un solo punto in classifica: Juventus in testa con 47 punti e Fiorentina seconda a 46, con il Milan terzo a 45 punti ma con una partita in più e quindi piuttosto lontano per rientrare nei giochi a 4 giornate dalla fine.

Un evento unico dunque, giocato eccezionalmente all’Allianz Stadium, la Juventus women infatti gioca di norma in un campo attrezzato dello Juventus Training Center di Vinovo, un comune a sud di Torino, che però ha dato un segnale forte, probabilmente recepito da molti (record di presenze per una partita di calcio femminile italiana), che sicuramente cambierà le sorti del calcio femminile in Italia.

Andando alla mera cronaca della partita, le squadre hanno iniziato con il freno a mano tirato, per buona parte del primo tempo infatti il gioco è stato bloccato, probabilmente per la necessità delle giocatrici di adattarsi a un ambiente completamente nuovo e molto diverso da ogni altro campo italiano a cui fossero abituate.

Unico brivido della partita probabilmente  stata la traversa colpita dalla Fiorentina con Cristiana Girelli, poi la partita è proseguita in modo tutto sommato equilibrato fino al gol della vittoria della Juventus, segnato dalla danese Sofie Junge Pedersen su uscita sbagliata del portiere della Fiorentina. Una vittoria decisiva per i adroni di casa, perchè li avvicina al suo secondo scudetto consecutivo, per il quale le basterà mantenere il vantaggio di quattro punti nelle ultime tre giornate.