Vittime di Champions


Questa straordinaria competizione, che crea eroi e distrugge miti, ci ha lasciato anche questa volta una due giorni di calcio alquanto incredibile. Numerose infatti le vittime illustri passate sotto la mannaia di questi ottavi. Tra gli italiani troviamo il tecnico fresco di esonero dalla Roma Di Francesco e Florenzi, che con la sua disperazione nel post gara per il grave errore commesso in partita, faceva presagire gli immediati scenari futuri. Il boia, ha infierito ancora con i connazionali all’estero come Buffon, al quale questa coppa non vuol dare pace, eliminandolo nel peggiore dei modi ancora una volta con un rigore incontestabile nel finale ed una seconda rete, delle tre subite, che lo ha visto protagonista in negativo con una respinta alquanto goffa. Passando per Verratti, giocatore ormai ombra di se stesso e con una dimensione internazionale discutibile.

Una menzione negativa, la merita anche Tuchel, allenatore PSG, incapace, nonostante vada sottolineata la sfortuna per gli infortuni delle sue migliori stelle, di rendere questa squadra un gruppo capace di agire come previsto e poter ambire alla vittoria finale. In conclusione, va poi fatto un breve cenno alla polveriera Real Madrid, passata dall’essere la dominatrice assoluta di questa competizione per ben tre anni, ad una squadra incapace e senza anima, riuscita nell’impresa di distruggere la favola dei blancos, svendendo ad inizio anno la stella più splendente, Ronaldo, proseguendo poi con l’azzardata scelta di Lopetegui, sino alla distruzione di campioni come Izco, Marcelo, Bale e Modric, riconducibili a figurine di se stessi. Un inferno madridista, nel quale rischiano ora di “arrostire” Florentino Perez, Solari e tutta la casa blanca, annientati definitamente dai ragazzi terribili, quei lancieri dell’Aiax con alla testa De light, De Jong, e Tadic, capaci di brillare nella notte in cui la fragorosa caduta degli dei, fa spazio, a nuovi eroi. Ora restiamo in attesa , per la prossima settimana, di altre super potenze europee. Juventus, Bayern, Liverpool, City, Barcellona. Che ne sarà di loro?