Promozione. Colpo di coda del Gescal contro lo Sporting Pedara.


Al Gescal serviva l’impresa contro quella che era la capolista del girone, lo Sporting Viagrande, Per sperare ancora di evitare lo spareggio play-out serviva una vittoria, è la vittoria è arrivata. La squadra biancoverde vince grazie ad un autogol di Giacone, difensore avversario che ha gonfiato involontariamente la propria rete.

Rispetto alla gara contro il Città di Misterbianco, mister Di Maria può contare sui rientranti Zappalà, Mangano, il capitano Trovato e tra i pali Maisano; retroguardia composta da Zappalà, De Salvo, Bertuccelli e Mangano; centrocampo affidato a Gaetano Florio, Lo Presti e Trovato; tridente offensivo composto dall’under Paolo Marino, fresco di convocazione in rappresentativa nazionale, Minissale e Nizzari.
Gescal in completo bianco, ospiti con pantaloncini gialli, maglietta verde. Al Despar Stadium gli etnei partono forte e non trovano particolari difficoltà a fare il proprio gioco, che si sviluppa principalmente nella propria metà campo. Il primo tempo è molto spezzettato dal fischietto milanese. L’unico tentativo per il Gescal è del capitano Trovato che tira un bolide da centrocampo ma la palla finisce alta. Primo tempo senza ulteriori sussulti né da una parte né dall’altra.

L’attaccante del Gescal Minissale marcato stretto dalla difesa etnea (Ph. Ali C.)

Nell’intervallo, mister Di Maria decide di non effettuare alcun cambio. Il Gescal sembra cambiare atteggiamento, non vuole accontentarsi di un semplice punto e punta alla vittoria. L’occasione arriva all’ottavo minuto, quando capitan Trovato crossa a rientrare: in area ci sono Minissale e Giacone che si ostacolano, quest’ultimo, nel tentativo di spazzare via il pallone fuori dall’area piccola, colpisce la sfera che finisce nella propria porta. E’ 1 a 0 per il Gescal. La partita si fa più accesa, entrambe le squadre vogliono portare a casa l’intera posta in palio per far rimanere vivi gli obbiettivi salvezza per il Gescal e promozione per gli ospiti. Alla mezz’ora il Gescal rimane in dieci uomini: doppia ammonizione per Gaetano Florio che prende anzitempo la strada degli spogliatoi. Assalto finale degli ospiti che, però, non riescono a sfondare il muro eretto dalla difesa messinese e dal portiere Maisano. Nei minuti di recupero si ristabilisce la parità numerica: doppia ammonizione anche per Palazzolo.
Al triplice fischio è festa al Despar Stadium. Gescal che ottiene tre punti d’oro per la propria classifica e se il campionato finisse oggi sarebbe salvo per gli scontri diretti. Squadra biancoverde che è sembrata un lontano parente di quella vista sabato a Misterbianco.  Sabato arriva la trasferta di Giardini Naxos dove bisognerà dar seguito alla prestazione di oggi.

GESCAL – SPORTING PEDARA 1 – 0
Marcatori: 8′ st Giacone (Aut.) (SP)

GESCAL: Maisano, Zappalà, De Salvo, Lo Presti, Mangano, Bertuccelli, Nizzari, Florio G., Minissale (dal 46’ st Giordano), Trovato, Marino P.
A disposizione: Patti, Supino, Cucinotta, Macrì T., Marino F., Emmi, Florio A , Di Stefano.
All.: Gaetano Di Maria

SPORTING PEDARA: Cirnigliaro, Occhione, Zannini L., Basile, Giacone (dal 19’ st Orofini), Campanella, Palazzolo, Regalino, Bonaccorsi, Luca, De Carlo.
A disposizione: Zannini A., Florio E., Gennaro, Baudo, Costanzo, Boccaccio Flavio,Boccaccio Federico, Marena.
All.: Luigi La Rosa

Ammoniti : Bertuccelli Trovato (G), Giacone Orofini (SP)
Espulsi: Florio Gaetano (G), Palazzolo (SP)