Promozione/C | Messana ed Atletico Messina vincenti. Lo Sp.Taormina supera il Milazzo. Jonica corsara. Risultati e Classifica


Sesto risultato positivo consecutivo per una Messana che sembra non fermarsi più. Nell’anticipo casalingo, i ragazzi di mister Lucà battono il Real Aci per 2 ad 1 con i gol di La Vecchia e Pintabona ed in classifica raggiungono i 27 punti agganciando proprio gli etnei all’ottavo posto e, al momento,  distanziando la zona play out di 5 punti.

Il risultato finale è figlio della maggiore voglia dei messinesi di prendere i tre punti. Il primo tempo, tranne rare eccezioni, è quasi un assolo della squadra di casa che inanella occasioni su occasioni senza però, riuscire a superare Spina.Nella ripresa la musica non cambia, la Messana riparte a testa bassa ed al 19′ La Vecchia tira fuori una bordata dalla lunetta dell’area di rigore che s’insacca nonostante il volo del portiere ospite Spina. Sette minuti dopo azione ben congegnata sulla sinistra dell’attacco, con Velardi che mette Maisano in condizione di battere a rete, sulla respinta di Spina è Pintabona a colpire di testa in tuffo e ribadire in rete. Al 37′ il direttore di gara concede un calcio di rigore per fallo di Iovine in una delle rare sortite del Real Aci. Sul dischetto si presenta Finocchiaro che mette in rete ed accorcia le distanze. Nei minuti finali la Messana arretra il proprio baricentro e rischia qualcosa in più, ma gli avanti etnei non riescono a riequilibrare il risultato e per la squadra di mister Lucà arriva un’altra bella vittoria.

Messana-Real Aci 2-1
Marcatori: 19′ st La Vecchia, 26′ st Pintabona, 37′ st rig. Finocchiaro (R)

Messana: Picciolo, Iovine, Di Vincenzo (32′ st De Luca), Spadaro (23′ st Cucinotta), Angrisani, Foti, Pintabona (28′ st Gazzetta), Brancati, La Vecchia, Maisano, Velardi. A disposizione Ciraolo, Arena, Casella, Comandè, Bardetta. Allenatore Michele Lucà
Real Aci: Spina, Raciti (25′ pt Rapicavoli), Scalia, Di Mauro (23′ st Basile), Pennisi, Patanè, Spada, Messina, Finocchiaro, Sottile, Napoli. A disposizione Trovato, Orlando, Bottino. Allenatore Gianluca Arciprete

Arbitro: Marco La Paglia di Enna
Assistenti:  Nicola Conticello di Catania e Fabio Amata di Barcellona Pozzo di Gotto

Ammoniti: Velardi (M), Angrisani (M), Cucinotta (M), Patanè (R)

L’Atletico Messina torna vittorioso dalla trasferta di Bronte, in una gara condita da tante polemiche. La principale contestazione degli etnei riguarda proprio le modalità in cui l’Atletico arrivava al gol. Infatti, le rimostranze del Bronte nascono proprio al 33′ quando i giocatori etnei cercavano di richiamare l’attenzione su un fallo subito dal loro compagno Teriaca, con il giocatore che rimaneva a terra e, mentre l’arbitro lasciava continuare, chiedevano agli avversari di buttare fuori la sfera, l’azione continuava sino a quando il tiro mancino di Campo superava il portiere e s’insaccava sotto la traversa. In precedenza, al 13′ della ripresa all’Atletico Messina veniva concesso un calcio di rigore che Portovenero, subentrato a Princi, tirava addosso al portiere che salvava la propria porta. Al 41′ il Ciclope Bronte rimaneva in dieci per l’espulsione di Romano a cui l’arbitro mostrava il secondo giallo.

CICLOPE BRONTE-ATLETICO MESSINA 0-1

Marcatore: 33′ st Campo

Ciclope Bronte: Salpietro, Basile, Ciraldo, Saccullo, Merito, Lupo (49′ st Proto), Teriaca, Salanitri (31′ st Martelli), Romano, Sottosanti, Ruffino. A disposizione Palermo, Bonaccorso, Nusumeci, Proto, Lembo, Sciacca, Basile. All. G.Teriaca

Atletico Messina: Sanneh, Amante, Pantano, Fofana, Morabito, Russo, Princi (11′ st Portovenero), Quintoni, La Corte (31′ st Gargiulo), Bonanno (17′ st Portovenero, 40′ st De Marvo Giov.), De Marco Gius. A disp: D’Andrea, Bombara, Gulletta, Giordano, Mento,De Marco gio, Gargiulo. All. D’Alessandro-Bombara

Arbitro: Pierpaolo Longo di Catania

Ammoniti: Teriaca, Musumeci, Basile e Romano per il Ciclope Bronte. La Corte, Bonanno, Pantano per l’Atletico Messina

Espulsioni: Romano (CB), Princi (AM)

Il gol del Milazzo siglato da  Shpellzaj (Sp.Taormina-Milazzo)

La partita tra Sporting Taormina e Milazzo viene decisa al quarto minuto di recupero da Missale, entrato in campo a dieci minuti dalla fine dell’incontro. Milazzo sfortunato che nella ripresa vede scappare gli avversari, recupera ma viene colpita in piena zona rossa, quando ormai si stava concludendo l’incontro con un gol di Missale al quarto minuto di recupero, il giocatore era appena entrato in campo da una decina di minuti.

SPORTING TAORMINA-MILAZZO 2-1

Marcatori: 2’st Ardizzone,  35’st Shpellzaj,  49’st Missale

Sp.Taormina: Di Benedetto, Caltabiano, Cavallaro, Puglia, D’Arrigo, Villani (45′ st Franco), Emanuele, Mannino (29′ st Missale), Ardizzone, Castorina Zagami. A disposizine: Di Pasquale, Spadaro, Spartano, Torre, Scuderi, Cannata, Franco, Miceli, Missale. All. G. Di Mauro

Milazzo: Ragusa, Ferlazzo, Laquidara, Calcagno (18′ st Ancione, Shpellzaj, Matinella, Sciliberto, La Spada (4′ st Genovese), Bartuccio, Aloe, Rasà. A disposizione: Scibilia, Ancione, Bellamacina, Cicciari, Genovese, Di Bella, Heni, Sterrantino. All D.Caragliano

Arbitro: Alberto Natale Amore di Ragusa.

Ammoniti: D’Arrigo, Castorina, Di Benedetto, Mannino, Caltabiano, Cavallaro, Villani per il Taormina. Rasà, Bartuccio ed Aloe per il Milazzo

Aci S.Antonio-Gescal

La capolista riprende la marcia e lo fa proprio con una formazione messinese. Nulla può il Gescal per fermare la macchina da punti del tecnico Alfio Torrisi. Termina 4-1 la gara esterna dei ragazzi di Di Maria contro l’Aci Sant’Antonio. I padroni di casa partono bene e vanno in vantaggio al 19′ con Aleo, seguito due minuti dopo da Sinatra. Il Gescal, che schiera una formazione nuova e giovane senza i “soliti” Tiano, Trovato, Ballarò, Marino, trova la via del gol con De Salvo.
Nella ripresa il direttore di gara annulla un gol dell’Aci Sant’Antonio per offside, ma la squadra di mister Torrisi ci riprova poco dopo con Aleo, che firma così la doppietta. La rete di Gulisano chiude la partita, con un Gescal che, lottando su ogni pallone, ha tenuto discretamente testa alla capolista. Importante gara attende però i biancoverdi: sabato 7 marzo al “Despar Stadium” arriva la Messana.

ACI SANT’ANTONIO-ASD GESCAL 4-1

Marcatori: 19′ pt Aleo (A), 21′ pt Sinatra (A), 25′ pt De Salvo (G), 4′ st Aleo (A), 25′ st Gulisano (A)

Aci Sant’Antonio: Vento, De Carlo (12’st Laudani), Romeo, Orofino (18’st Cavallaro), Sardo (23’st Puglisi), Giacone, Santangelo, Tomarchio, Aleo (8’st Gulisano), Sinatra (26’st Panassidi), Borzí. A disposizione: Motta, Cannella, Caponnetto, Russo. All. Alfio Torrisi

Asd Gescal: Panarello (30’st Caponata), Casale, Giordano, Keita, Antonuccio, De Salvo (18’st Cucinotta), Macrì (5’st La Rocca S.), Creazzo (12’st Ballarò C.), La Rocca F., Di Stefano, Brancato (27’st Tramacere).
A disposizione: Ballarò G., Tiano, Marino. All.: Gaetano Di Maria

Arbitro: Salvatore Montevergine di Ragusa.

Ammoniti: Romeo (A), Keita (G)

Villaggio S.Agata 2016-Jonica F.C.

Sfida tra l’ultima e la terza in classifica, antipasto per la Jonica della supersfida contro l’Aci Sant’Antonio di domenica prossima. Partita da non sottovalutare, nonostante l’importante distacco in classifica, che permetterebbe alla squadra ospite, con una vittoria, di superare il Milazzo sconfitto nella giornata di Sabato sul campo dello Sporting Taormina.

Cronaca: Dopo le prime fasi di studio al 9’o si rende pericolosa la Jonica con un campanile di Savoca G, che trova Scotti in area che tira al volo, il portiere non blocca ma il difensore anticipa La Forgia a due passi dal gol, palla che va in corner. Sul pallone va Ninkovic che cerca il gol ad effetto tirando in porta direttamente da calcio d’angolo, ma la palla si infrange sul palo. Al 10′  La Forgia riceve sulla tre quarti leggermente defilato sulla sulla sinistra, salta un uomo e fa partire un destro che si insacca nell’angolino basso della porta difesa da Marletta. Jonica in vantaggio.
Al 15′ il raddoppio della Jonica, sempre con Corrado La Forgia detto “El Cholo” che viene imbeccato da un bellissimo pallone in verticale di Ninkovic, e a tu per tu con il portiere lo batte col destro. Dominio Jonica nella prima parte di gara. 27′ di gioco, ancora Jonica pericolosa sempre con La Forgia. Rimessa laterale di Savoca, incomprensione tra due difensori, palla che giunge a La Forgia che spara alto di poco. 30′ bella azione della Jonica con Gallardo che conduce il pallone, allarga per Ninkovic che mette in mezzo dove Ortiz di prima colpisce di destro, miracolo di Marletta che smanaccia sul palo. Il primo tempo si chiude con il doppio vantaggio degli ionici.

Secondo tempo che parte sulla falsariga del primo con la Jonica che al 4′ si rende pericolosa con Ninkovic, che riceve da Ortiz al limite dell’area, e lascia partire un destro potente che il portiere smanaccia. Sugli sviluppi del un corner di testa Sanfilippo mette fuori di poco. Al 10′ si rende pericoloso anche il Villaggio Sant’Agara con una punizione dal limite che Pontet respinge con qualche difficoltà. Al 12′ terzo legno della Jonica, questa volta con Ortiz che trovato da un bellissimo lob di Scotti, stoppa e cerca un pallonetto che supera il portiere ma si ferma sulla traversa. Ancora pericolosa la Jonica al 17′ con un bellissimo uno due tra Ortiz e Ninkovic che libera al tiro quest’ultimo, Puglisi, portiere subentrato a partita in corso, respinge. Al 25′ la Jonica chiude la partita con Ninkovic che con il sinistro beffa Puglisi, dopo aver ricevuto un assist al bacio da Savoca A, da poco entrato. Al 30′ accorcia le distanze il Villaggio Sant’Agata su rigore causato da Herasymenko che tocca la palla evidentemente con il braccio, dopo però essere stato spinto. Caniglia con il destro spiazza Pontet e fa 1 a 3. Da qui alla fine ben poco da dire, la partita senza altre emozioni scorre fino al triplice fischio del direttore di gara. Partita dominata dagli uomini di Costantino e tre punti fondamentali in cascina per la compagine santateresina che si porta così al secondo posto a +1 su Milazzo.

VILLAGGIO S.AGATA-JONICA F.C. 1 – 3

Marcatori:  10′ pt e 15′ pt La Forgia, 25′ st  Ninkovic, 30′ st Caniglia

Villaggio Sant’Agata: Marletta (Puglisi), Di Benedetto, Danzuso, Vaccalluzzo (Bonsignore), Aloisio, Cammarata, Razza, Imbrogiano, Sanfilippo, Caniglia.

Jonica: Pontet, Savoca G., Scotti, Herasymenko, Sanfilippo, Lucero (Florio), Gallardo (Lombardo), Scotti (Trovato), Ortiz (Savoca), Ninkovic, La Forgia (Marchiafava).

Arbitro: Valerio Gambacurta di Enna

 

24° GIORNATA 29 febbraio 2020 – 01 marzo 2020
SAB. 29 FEBBRAIO 
Messana 1966-Real Aci 2-1

Ciclope Bronte-Atletico Messina 0-1
Sporting Taormina-Milazzo 2-1

Sporting Viagrande-Palagonia  2-1

DOM. 01 MARZO 
Aci S. Antonio Calcio-Gescal 4-1
Città Di Misterbianco-Città Di Calatabiano 0-0
Valdinisi Calcio-F. C. Motta 2011 1-3
Villaggio Sant Agata 2016-Jonica F. C. 0-2

CLASSIFICA
SQUADRA
Aci S. Antonio Calcio (-1) 60
Jonica F. C. 49
Milazzo 48
Atletico Messina 45
F. C. Motta 2011 44
Sporting Taormina 41
Città Di Calatabiano 36
Real Aci 27
Messana 1966 27
Gescal 26
Sporting Viagrande 26
Ciclope Bronte 23
Palagonia 23
Valdinisi Calcio 22
Città Di Misterbianco 19
Villaggio Sant’Agata 2016 13