Pallanuoto. Sconfitta casalinga della Waterpolo Messina. Alla “Cappuccini” vince Tolentino


Messina-Tolentino 6-8
(1-1; 1-4; 0-3; 4-0)
Messina: Laganà, Oliveri (1), Atigue, D’Onofrio, Misiti Marta (1), Zangla (2), Gallo, Tamagnone (1), Misiti Francesca, Majolino (1), Di Bartolo, Colosi, Celona.
Tolentino: Ginobili, Finocchi (2), Romozzi, Santandrea, Mircoli (2), Orizi, Kholi (3), El Omari, Acciarresi, Pierucci, Fefè (1), Cartuccia, Travaglini.

Seconda partita e seconda sconfitta per la Waterpolo Messina. La giovane formazione guidata a bordo vasca da Federica Radicchi perde contro Tolentino con il punteggio di 6-8. Grinta e determinazione da parte delle ospiti che alla fine hanno fatto la differenza ottenendo l’intera posta in palio. Nel primo parziale maceretasi n vantaggio dopo appena tre minuti grazie a Finocchi, brava a sfruttare l’uomo in più.  Le locali provano a reagire facendo tesoro di qualche errore tolentinate in fase di contropiede e poco dopo firmano il pareggio con Tamagnone dal centro.

Al rientro in acqua Messina prova a fare la voce grossa siglando il 2-1 con Eliana Zangla ma è soltanto un’illusione. Tolentino, infatti, non si scompone e sessanta secondi più tardi è di nuovo sul 2-2 grazie ad una bordata dalla distanza di Kholi. A questo punto le marchigiane salgono in cattedra e, sfruttando qualche situazione di uomo in più. chioudono il parziale sul 4-1.

Al rientro in acqua dopo il time out lungo la musica non cambia. Sono sempre le ospiti che hanno in mano la situazione e grazie a Mircoli, Fefè e Kholi mettono le ali alla squadra di Bartolo che scappa a +6 sul (2-8).   Le padrone di casa però non si arrendono e nel quarto e ultimo periodo reagiscono grazie a Oliveri e Misiti.  Ad una manciata di secondi dal termine arrivano anchel 5-8 di Mariolino e il 6-8 di Zangla ma è tutto inutile.

La Waterpolo Messina registra così la seconda sconfitta consecutiva e resta a quota zero in classifica. Tolentino grazie a questa vittoria, la prima in campionato, sale a quota tre lasciando le zone basse della graduatoria.

 

Redazione