MESSINA. Le pagelle: Si salvano in pochi.

(Nella foto in alto l’esterno Catania)

Altra sconfitta del Messina che deve cedere l’intera posta in palio ad un Avellino ancora con diversi problemi da risolvere. Tanta buona volontà, ma niente punti. La classifica inizia a delinearsi e non si può perdere ulteriore terreno nei confronti delle squadre impegnate nella lotta per evitare la retrocessione.

Ecco le pagelle.

DAGA. Salva per tre volte la sua porta. Una volta su Trotta, due su Russo. Incolpevole sulle reti incassate. Voto 6,5

ANGILERI. Titubante e falloso. Si rende raramente utile alla causa. Sulla sua fascia troppi pericoli e l’ex Russo è bravo ad approfittarne realizzando il goal della vittoria. Voto 5

CAMILLERI. Fra i difensori è il migliore, ma non ci vuole molto. Riesce a dipanare alcune matasse, ma in occasione del raddoppio, è in evidente ritardo. Trotta gli prende il tempo e sforna l’assist vincente. Voto 5,5

TRASCIANI. Sembra non trovare mai la posizione e subisce la velocità degli avversari. Viene sostituito. Voto 5

FILI’. Troppi svarioni. Viene espulso nel finale. Voto 4,5

MARINO. Prestazione ad di sotto delle precedenti partite. Sembra accusare un pizzico di stanchezza. Voto 5,5

FOFANA. Deve ancora carburare. A volte fuori dal gioco. Voto 5

IANNONE. Calciatore fra i più volitivi e concreti. Cerca con delle conclusioni velenose di sorprendere il portiere irpino. Rendimento che cala nella ripresa. Voto 6

FIORANI. Tanta dinamicità, manca in alcuni casi di concretezza. L’impegno c’è. Voto 6

CATANIA. Sigla un bellissimo gol con un tiro formidabile che si insacca sotto l’incrocio. Si rende utile fornendo buoni assist. Mette in apprensione i biancoverdi. Voto 6,5

BALDE. Non si tira indietro, corre, cerca di conquistare qualche calcio da fermo, ma per il resto fa il solletico ai locali ed essendo un attaccante… Voto 5

KONATE. Parte dalla panchina, per poi essere impiegato nella ripresa. Non fa meglio di Trasciani, anzi, in occasione del gol, si perde Russo. Voto 5

GRILLO. Un bel cross, ma serve ben altro. Voto 5,5

NAPOLETANO. Qualche buona iniziativa. Reclama un penalty ma rischia l’ammonizione. Nulla più. Voto 5,5

CURIALE. Disputa pochi minuti, non essendo ancora in buone condizioni. S. V.

MISTER AUTERI. La mano dell’allenatore si nota. La squadra gioca il calcio che le è consentito. Tanti, i giovani che devono crescere. sperando che abbiano le qualità richieste per la categoria. Voto 6