Il Messina rugby vince 26-14 contro la Capitolina e allunga il passo nella lotta salvezza


Il Messina rugby che non ti aspetti sfodera una grande prestazione battendo la Capitolina 26-14. Tornesi e compagni sono scesi in campo motivati a volere dare una svolta alla lotta salvezza e, complice una ritrovata solidità in mischia e un ottimo gioco al piede, hanno subito spostato l’equilibrio del match dalla loro parte chiudendo il primo tempo 20-7 con la meta degli ospiti arrivata proprio al 40′.

Nel secondo tempo, i laziali prendono un po’ le misure e la partita si fa più equilibrata, ma il possesso maggiore passa sempre per le mani degli uomini di Lo Re e Capodici. Il Messina non vuole rischiare e quando i laziali segnano la seconda meta, i neroscudati continuano a colpire dalla piazzola tenendo lontani gli avversari e consolidando il definitivo 26-14 che ben rappresenta i valori in campo.

Per la nostra squadra da segnalare le mete di Davide Perri e Gianluca Mancini e i 16 punti di Alessio Solano dalla piazzola.

Queste le formazioni:

Messina Rugby: Longo, Mancini, Solano, Perri, Irrera, Santilano, Maggio Spanò, Miduri, Cucinotta, Fracassi, Cariddi, Tornesi, Rizzo, Durante I. Nunnari, Rizzo D. Durante D., Cekaj, Bellinvia, Ouedraogo, Runci.

UR Capitolina: Baini, Calabrò, Masetti, Del Monaco, aquisti, Grillo, Piccinetti, Moriggi, Gentile, Froscia, Garofalo, D’Angelo, Petrillo, Rappoli, Lunedini. Are, Pauletti, Balata, Zucchini, Bouchacourt, Sagnelli, Molaioli.

Arbitro: Carmelo Censabella di Catania