Il Gescal non delude ma subisce comunque la sconfitta


Al “Polivalente” di Acicatena si presenta un Gescal assetato di punti salvezza e con uno spirito diverso dopo la vittoria della scorsa settimana contro lo Sporting Viagrande. La squadra di mister Di Maria, in effetti, si gioca la partita contro una favorita della vittoria finale del campionato di Promozione. Trovato e compagni reggono bene, peccato per il gol preso sulla punizione che Cordova trasformava senza che Maisano potesse evitare la capitolazione. Mister Di Maria conferma i dieci undicesimi che hanno sconfitto lo Sporting Viagrande otto giorni prima; Maisano va in porta; linea a quattro composta da Giordano, Lo Presti, Bertuccelli e Mangano; a centrocampo si posizionano Florio, Trovato e Paolo Marino; in avanti, il tridente formato da Minissale, Nizzari e Zappalà. Ancora fermo ai box La Rocca, mentre non convocato Zammitti.

Mister Di Maria

Parte forte la squadra messinesei, che al 1’ minuto di gioco, tenta di perforare la difesa locale con Trovato che incespica sul pallone e l’azione si conclude con un nulla di fatto.
Gescal che gestisce senza rischiare ma al 20’, l’arbitro concede una punizione dal limite, tira il capitano Cordova che batte un non impeccabile Maisano sul suo palo. Acicatena in vantaggio.
Ospiti che cercano di rispondere con Nizzari, Acicatena che cerca il raddoppio su un altro calcio di punizione: stavolta si presenta Capilli che, con il sinistro, impegna Maisano che devia in rimessa laterale.
La difesa del Gescal regge l’urto fino al duplice fischio dell’arbitro. Il primo tempo si chiude con l’Acicatena in vantaggio.
La ripresa inizia con un Gescal alla ricerca del pareggio, al 65’, Minissale mette in mezzo da una punizione laterale, Tabascio non riesce a bloccare il pallone, Paolo Marino non è lesto a calciare il pallone in rete e la difesa riesce a spazzare.
Al 79’, è l’Acicatena con Napoli che cerca di chiudere i conti con un diagonale che esce di poco. Non succede più nulla sino al triplice fischio del signor Buzzone.
Resta l’amaro in bocca, la squadra di Di Maria ha ben figurato ma ciò non è bastato a portare punti a casa.
Adesso ci sarà la sosta forzata per via dell’esclusione dell’Atletico Fiumefreddo. Il Gescal tornerà in campo, ancora in trasferta, tra due settimane: ad attenderlo ci sarà il Città di Mascalucia.

ACICATENA – GESCAL 1 -0

Marcatore: 20′ pt Cordova

ACICATENA: Tabascio, Tedesco, Tola, Cordova, Fazio, Ranieri, Catania, Muscia (dal 36′ st D’Aquino), Costa (dal 28′ st Russo), Napoli, Capilli.
A disposizione: Caruso, Di Bella, Di Marco, Sorace, Yarboe, Amore, Spina.
All.: Vittorio Jemma

ASD GESCAL: Maisano, Giordano (dal 36′ st Lo Vecchio), Mangano (dal 13′ st Cucinotta), Zappalà, Bertuccelli, Lo Presti, Nizzari, Florio, Minissale, Trovato, Marino P.
A disposizione: Patti, Supino, Macrì, Creazzo, Emmi, Marino F., Fobert.
All.: Gaetano Di Maria

Ammoniti : Fazio Costa (A) , Lo Presti Florio (G)