Formula Uno. Nasce l’Alfa Romeo Racing e rivive il mito del biscione


Ritorno al passato per la Formula Uno. La Sauber, storica Scuderia svizzera cambia nome e diventa Alfa Romeo Racing. Sugli asfalti dei tracciati rivive il mito del biscione, marchio che debuttò nel mondo delle corse nel lontano 1910. Da allora, la sua leggenda sportiva si è arricchita di vittorie e podi nei diversi campionati internazionali, inclusa la Formula 1 e ben presto, quel vessillo a forma di quadrifoglio non lo dimenticherà più nessuno, specie quando nel 1950 e 1951 trionfò in due mondiali, prima con Farina poi con Fangio.

Oggi si realizza così il sogno di Marchionne, che in veste di presidente Ferrari aveva riportato il marchio di Alfa Romeo nei Gran Premi. A capo della scuderia di Arese vi è  Simone Resta, ingegnere Chief designer delle ultime Ferrari. Sui sedili siederanno Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Il finnico è l’ultimo pilota ad aver vinto un mondiale con la Ferrari e un Gran Premio con il marchio Lotus mentre, dopo otto anni di assenza, riecco nel circus un pilota italiano.

La vettura sarà presentata il 18 febbario giorno del compleanno di Enzo Ferrari e chissà……potrebbe essere di buon auspicio visto che Alfa Romeo e Ferrari per anni, sono stati marchi che, nel mondo delle corse, hanno camminato in parallelo.