Coppa Italia serie D. Il Messina espugna Picerno (2-4) e vola ai quarti di finale


Foto La Macchia

Picerno-Messina 2-4
Marcatori
: 7′ pt Mbaye Ba (M), 25′ pt aut. Mbaye Ba, 39′ pt Tedesco (M), 9′ st Gallon, 37′ st Catalano (M), 49′ st Cocimano (M)

Picerno: Fusco, Spinelli, Cesarano (43′ st De Santis), Impagliazzo, Pitarresi, Bassini, D’Alessandro (33′ st Bambou), Lordi (1′ st Kosovan), Camara (1′ st Esposito), Ianniello (43′ st Conte), Gallon. A disposizione: Coletta, Cerase, Cristiano, Ligorio. Allenatore: Domenico Giacomarro.

Messina: Lourencon, Dascoli (20′ st Biondi), Barbera, Traditi (29′ st Janse) Mbaye Ba, Sambinha, Tedesco, Bossa (35′ st Amadio), Genevier, Cocimano, Catalano (43′ st Selvaggio). A disposizione: Meo, Zappalà, Aldrovandi, Lundqvist, Arcidiacono. Allenatore: Oberdan Biagioni.

Arbitro: Gianluca Grasso di Ariano Irpino
Assistenti: Davide Fedele di Lecce e Mauro Antonio De Palma di Monza

Ammoniti: Sambinha (M), Kosovan (P), Bassini (P)

Ottavi di finale di Coppa Italia pirotecnici per il Messina impegnato al “Donato Curcio” contro il Picerno(Pz) capolista gir.H. Giallorossi in vantaggio dopo sette minuti con  Mbaye Ba, bravo a sfruttare di testa un calcio di punizione di Catalano. La reazione locale non si fa attendere e in più occasioni è bravo Lourencon a dire di no. Catalano e Cocimano sulla fascia sono ispirati e al 24′  Tedesco, a tu per tu con l’estremo difensore avversario, sbaglia il diagonale e spreca il raddoppio. Gol sbagliato, gol subito. Così succede che  Ba, nel tentativo di anticipare Gallon, deposita nella propria porta. Al 39′ però, nuovo vantaggio giallorosso grazie a Tedesco che insacca dopo  la respinta di Fusco sugli sviluppi di un calcio da fermo. Per lui primo gol in maglia giallorossa. Il primo tempo si chiude senza recupero e giallorossi fin qui bravi a sfruttare le palle inattive.

Nella ripresa i padroni di casa attaccano fin dai primi minuti e al 9′ trovano il nuovo pari con Gallon, abile nello sfruttare il cross di Iannello. Il Messina pochi minuti dopo si rende nuovamente pericoloso nell’area avversaria con Bossa che, dopo aver recuperato palla, serve Cocimano che all’interno dell’area piccola non trova la porta per pochi centimetri. Picerno, grazie agli ingressi di Esposito e Kosovan, diventa più offensivo e sugli sviluppi di un corner al 20′ sfiora il vantaggio con Bassini che manda sul fondo. I maggiori pericoli per la retroguardia avversaria il Messina li crea su palla da fermo. Al 28′ Catalano si fa fermare in corner da Fusco. Il Picerno, sbilanciato alla ricerca del vatanggio, in contropiede subisce gol del Messina. Catalano innescato da Genevier batte Fusco e anche per lui primo gol con la maglia biancoscudata. In pieno recupero (cinque i minuti)  ), arriva il gol di Cocimano che chiude definitivamente le ostilità.

Il Messina si qualifica così  per i  quarti di finale.  Affronterà l’Albalonga quarta forza del gir.G.  Match in programma il 30 gennaio.