Basket. La Fortitudo Messina espugna Marsala 56 – 79 e continua a marciare (classifica)


Marsala – Fotitudo Messina 56-79

Marsala: Cucchiara, Pizzo 17, Rappa 1. Dosen 14, M. Frisella 14, F. Frisella 3. A. Amato 4, Scirè 3, F. Amato, Marrone. All. Grillo

Fortitudo Messina: Cavalieri 16, Squillaci 24, Bellomo 12, Currò 2, Barlassina 7, Lanza 6, Centorrino 7, Adorno 1, Faje 2, Jopppolo 2, Russo. All. Baldaro

Arbitri: Savoca e Palazzolo

 

Malgrado i toni pacati e il basso profilo tenuto da Dani Baldaro nel corso di un’intervista rilasciata la scorsa settimana, non si può non essere soddisfatti e soprattutto pensare in grande per il proseguimento della stagione. La prestazione della Fortitudo Messina è l’ennesima dimostrazione di compattezza dell’intera rosa a disposizione del coach.
I nero-verdi replicano la precedente prestazione sul parquet della GM Palermo, ma ancora con più personalità e consapevolezza dei propri mezzi, dando sempre la sensazione di essere in totale controllo del match.

Nel giorno in cui il play Bellomo, partito con il piede sull’acceleratore nel primo quarto e a secco di allenamenti da 10 giorni a causa di un piccolo fastidio muscolare, cala alla distanza, ecco la superlativa prestazione di Andrea Squillaci che sfodera in assoluto i migliori 40’ della stagione. Per il 25nne messinese 24 punti (di cui 15 da oltre l’arco) e un’attenzione difensiva da altra categoria.

Coach Grillo propone in partenza per i padroni di casa Pizzo, Dosen, M. Frisella, Scirè ed A. Amato.
Baldaro scioglie all’ultimo momento i dubbi di formazione e propone Centorrino accanto ai soliti Cavalieri, Squillaci, Bellomo e Barlassina.

Pronti via ci prova subito Centorrino dai 7 metri senza fortuna. Dall’altra parte Pizzo mette a segno i primi punti del match con una conclusione da sotto.
Primo quarto (18-17) in sostanziale equilibrio e caratterizzato dalle conclusioni di Dosen e Pizzo per Marsala e dalle penetrazioni di Bellomo che sorprende un paio di volte la difesa di casa con un paio di “arresto e tiro” dalla media distanza.

Nel secondo quarto, primo strappo della Fortitudo con un parziale di 20-9, grazie alla 2^ tripla di giornata di Squillaci, all’ottimo contributo del rientrante Lanza partito dalla panchina ed al “solito” Cavalieri.
Per Marsala, Dosen e Pizzo (troppo presto carico di falli) non riescono ad andare a punti, chiusi dall’ottima difesa peloritana ed è il solo M. Frisella che cerca di tenere i suoi in linea di galleggiamento.

Dopo l’intervallo lungo Marsala prova a rientrare grazie alle triple di Dosen (2) e M. Frisella, ma Cavalieri e Squillaci replicano colpo su colpo. Centorrino si mette in mostra con un paio di inserimenti da par suo. Baldaro con estrema sapienza attinge anche dalla panchina e trova buoni contributi da Adorno, Currò e Ioppolo. Messina vola così a + 16 alla fine del terzo quarto (40-56) e mette una seria ipoteca sul risultato finale.

Nell’ultimo quarto Marsala ci prova ancora. Pizzo mette a segno 10 dei 17 punti a referto grazie anche a 2 conclusioni dalla distanza, ma Messina c’è e le conclusioni dai 6,75 di Barlassina, Cavalieri e di un clamoroso Squillaci (83% da 3) mettono il sigillo finale al match.
Nel finale, spazio sia al giovanissimo gambiano Faye che riesce a scriversi nel tabellino-punti, che al neo 18nne e capitano della formazione U18 Francesco Russo.

In conclusione, l’intero staff della Fortitudo Messina intende sentitamente ringraziare la dirigenza della Nuova Pallacanestro Marsala per la disponibilità e l’accoglienza riservata.

 

 

CLASSIFICA

1 • Svincolati Milazzo 24
2 • Fortitudo Messina 22
3 • Cefalù 16
4 • Palermo Basket 16
5 ↑ Castanea 14
6 ↓ Sant’Agata Militello 14
7 ↓ GM Palermo 14
8 • Marsala 12
9 • Virtus Trapani 12
10 • Cus Palermo 10
11 • Orizzonte Palermo 6