Il Città di Messina conserva la D. Furnari:” Salvezza che vale due promozioni”


CITTA’ DI MESSINA-LOCRI 2-0

Marcatori: 35’st Argomenti, 40’st Cangemi

Città di Messina: Paterniti, Cannino, Fragapane(33′ st Cangemi), De Lucia, Berra, Bombara, Silvestri, Quintoni(22′ Calcagno), Codagnone (32′ Galesio), Argomenti(47’st Santoro), Nicosia (2’st Crucitti). A disp.: Landi, Romeo, Ferraù, Princi. All.: Musiano

Locri: Pellegrino, Varricchio, Russo(38′ st Carbone), De Marco, La Rosa(33′ st Foti), Pagano, Siano, Cosentini (15′ st Vacciglieri), Trombino, Condomitti, Pannitteri. A disp.: Manno, Costabile, D’Apice, Caruso, Amato, Bruzzese, Foti. All.: Quattrone

Ammoniti: Berra(CdM), Siano(L), Varricchio(L), Pannitteri(L), Bombara(CdM), Paterniti(CdM), Condomitti(L), Pagano(L), Calcagno(CdM)

Arbitro: Giaccaglia di Jesi
Assistenti: Galimberti di Seregno e Abagnale di Parma

Il Città di Messina resta in serie D grazie alla vittoria sul Locri per due reti a zero.  In un “Despar Stadium” deserto gli uomini di mister Furnari hanno potuto far festa grazie alle reti di Argomenti e Cangemi.

Nella prima frazione Messina subito pericoloso dopo due minuti con Fragapane che sulla linea fallisce un clamoroso gol a porta vuota. Al 25′ ancora giallorossi vicini al gol con una insidiosa punizione dalla distanza di Quintoni, Pellegrino riesce a respingere. Al 40′ miracolo di Paterniti che, su angolo del Locri, dopo la prima uscita di pugno riesce a recuperare e vola sul colpo di testa di Varricchio. Il primo tempo finisce sul punteggio di 0-0.

Nella ripresa Locri pericoloso dopo 10 minuti con Condomitti che impegna Paterniti abile a mettere in corner. Nove minuti dopo pericolosa punizione di Siano e Cannino devia a due passi dalla porta. Al 20′ ripartenza del Città con Silvestri che salta il portiere ma si defila, mette in mezzo e, dopo la deviazione della difesa, palla al limite a Galesio che con un destro al volo manda alto. Al 35′ il gol del Messina: punizione di Calcagno, sponda di testa di Galesio per Argomenti che incrocia di sinistro e firma il vantaggio. Al 39′ rigore per i giallorossi per fallo di mano di De Marco su angolo di Argomenti. Gangemi raddoppia dopo la respinta dell’estremo difensore avversario su battuta di Galesio. Dopo 5 di recupero il Città di Messina vince 2-0 sul Locri e conquista la salvezza. È festa.

Queste a conclusione del match, le parole di mister Giuseppe Furnari, allenatore del Città di Messina, uno degli artefici della conquista di questa importantissima salvezza: “C’era la possibilità che vista l’importanza della gara potessero arrivare brutti scherzi, ma siamo stati bravi a volere questo successo. Una salvezza che vale quanto vincere due campionati, i ragazzi meritano tanti complimenti per la disponibilità che hanno sempre dimostrato”.