Serie D gir.I Le squadre promosse e bocciate della 6^ giornata. Super Licata, stenta il Messina, avanza il Savoia


La sesta giornata del gir. I di serie D ha cominciato a fornire una griglia di squadre destinate a recitare il ruolo di protagoniste forse per tutta la stagione. Nel contempo altre compagini continuano a non farcela ad uscire dalle sabbie mobili della bassa classifica (vedi Roccella e Palmese)

SQUADRE PROMOSSE

Lasciando il Palermo al suo VINCENTE DESTINO, e’ da evidenziare come fra le prime sei della classifica si siano inserite con continuità due matricole, il Licata e il Biancavilla.  E se gli etnei guadagnano la vittoria a Palmi con la CENERENTOLA i licatesi ( pur privi di Cannavò) affossano in Calabria le ambizioni di un Corigliano nato per stupire ma ormai imballato e depresso. PROMOZIONE ASSOLUTA  per le due novizie di Sicilia.

Non accenna a fermarsi un pò l’Acireale sempre vincente (sul campo). E’ vero che ha dovuto affidarsi alla dea bendata per avere la meglio al Tupparello sul Quartiere S.Tommaso ma come si fà a non promuovere un rullo compressore che procede a punteggio pieno. ACESI PROMOSSI per meriti aritmetici.

Nuova entrata nella fascia PROMOZIONI il Savoia. I torresi tanto attesi, col successo sul morbido Roccella scalano posizioni importanti e questo gli vale certamente l’inserimento fra le PROMOSSE,

E se ci metti il Savoia non puoi cestinare il Troina. Gli ennesi dimostrano sempre e comunque di essere squadra spigolosa e difficile da affrontare per tutti. OK TROINA

Riepilogo promosse: Palermo, Licata, Biancavilla, Savoia, Troina

SQUADRE BOCCIATE

Facile , da settimane, il giudizio negativo su alcune squadre. Corigliano, Castrovillari, Roccella, Palmese. Quattro calabresi in difficoltà per motivi diversi. Forse qualcuna di loro dovrà convincersi che non sta nel posto giusto ( Corigliano) ma le altre tre sembrano orientate verso i bassifondi della classifica in maniera definitiva.

BOCCIATURA DI MASSA per il quartetto calabrese Corigliano, Castrovillari, Roccella, Palmese

Il resto della compagnia del girone ha dimostrato di appartenere al regno del “vorrei ma non posso”.  In “fascia segnalazioni” il Marsala che mette a dura prova un Messina in crescita ma in condizioni fisiche non ottimali. Segue il Footbal Club Messina ancora piacevole a vedersi ma predisposta all’ingenuità domenicale per non tornare a vincere. A Nola un pareggio pieno di rammarico per i ragazzi di Arena e Costantino. Cresce il Giugliano ma quanta sofferenza ci ha messo per battere il Marina di Ragusa!

E’ andata così la SESTA. Forse, non ci fosse stato il Palermo designato, sarebbe stato il campionato di serie D più incerto e appassionante degli ultimi anni, almeno per i primissimi posti.  Ma…tutto può succedere