REPLAY | San Tommaso-Messina: netti due falli da rigore (highlights e fermo immagini)


Rivedendo le azioni che hanno determinato la terza sconfitta in campionato del Messina, bisogna fare alcune puntualizzazioni che, certo non alleviano le colpe di squadra e staff tecnico, ma che vogliono smorzare quei toni catastrofici e negativi che fanno più male del risultato finale in se stesso.

Rivedendo le azioni col replay ed il fermo immagine, notiamo che, dopo un primo tempo giocato per vincere dai giocatori in casacca giallorossa, spuntati in avanti, nella ripresa arriva il gol, veramente casuale, di Colarusso che, probabilmente, stupisce lo stesso giocatore, il quale cerca l’anticipo ed il rinvio su un maldestro tocco di Crucitti a centrocampo. Dalle immagini, si intuisce che, è presumibile, non era nelle intenzioni del calciatore irpino inventare un’azione da gol.

La reazione dei giallorossi arriva solo nell’immediatezza delle azioni successive e porta Siclari a colpire a due passi dalla porta, ma la palla rimbalza nettamente sul braccio alzato lateralmente dal difensore Gambuzza posizionato quasi all’interno della porta. L’arbitro non si avvede neppure del “placcaggio” ai danni di Ungaro che viene trascinato a terra da tergo da un difensore. evitando cosi che il difensore giallorosso possa anche lui intervenire per insaccare in rete la palla che stava quasi per entrare in rete.

Ribadiamo, tutto questo non giustifica che sia mancato al Messina il carattere e la capacità di portarsi in vantaggio  nella prima frazione, quando ha avuto il maggior possesso palla, nè, fatta eccezione per quanto raccontato sopra, non aver  saputo,nella ripresa, ribaltare una situazione creata da un gol… casuale.

Gli Highlights della gara San Tommaso-Messina:

https://youtu.be/MLR6bfJrYS4

Vediamo la sequenza delle immagini dell’azione incriminata. Notare la quasi perfetta posizione dell’arbitro che non “vede” il fallo su Ungaro:

Sull’angolo, s’inizia a vedere il placcaggio di Ungaro dal n.7 del San Tommaso. La palla, in questo momento, ha superato il portiere e sta arrivando al difensore giallorosso. Sul secondo palo Gambuzza abbraccia Coralli

 

Il 7 nero “affossa” Ungaro che ha la disponibilità della palla evitando che il giocatore messinese possa spingere la palla in rete(vedi immagine successiva). Coralli tenta di liberarsi del braccio di Gambuzza

 

Ungaro a terra ed il portiere va verso la palla

 

Inizia a vedersi la palla che esce dal fianco di Ungaro. Gambuzza non molla Coralli

 

Siclari, anticipa tutti,  e si appresta a calciare verso la porta

 

Siclari calcia la sfera verso l’alto e Gambuzza, con il piede sinistro dentro la porta, sembra intercettare col braccio alzato

 

Ancora un immagine del tocco del difensore

 

La palla esce dalla porta, visibile la mano dietro la palla

 

Le inutili proteste di Siclari