Claudio Cordaro: “Metterò tutto me stesso a disposizione della Basket School Messina”

“Non sono quel tipo di giocatore a cui interessano le statistiche, ma se c’è da fare una difesa in più, da fare un tagliafuori o un passaggio, ci sono sempre”.Parole e musica di Claudio Cordaro, venticinque anni, messinese, da qualche giorno nuovo giocatore della Basket School Messina.

Parole che tutti i dirigenti e gli allenatori gradirebbero sempre ascoltare dai propri atleti. Questa caldissima estate del 2022 lo ha catapultato in canotta giallorossa.Il ragazzo di “Capo Peloro” non vede l’ora di iniziare la sua prima stagione in serie C Gold, dodicesimo campionato senior a cui si appresta a partecipare. Claudione, una laurea in Scienze Motorie che non vede l’ora di mettere a frutto, è un giocatore molto versatile, può ricoprire più ruoli in entrambi i lati del campo. Non è specializzato in qualcosa di particolare, ma gli piace fare tutto ciò che serve alla squadra.

Benvenuto alla Basket School, Claudio.Arrivi con qualche anno di ritardo ma con tanta voglia di stupire, dopo la positiva stagione trascorsa a Milazzo“Ringrazio tutti per il benvenuto in squadra, dai dirigenti, al coach e tutti coloro che lavorano per questa società.Sì forse è vero che arrivo con qualche anno di ritardo, ma forse ci arrivo anche nel momento giusto, pronto più di quanto lo sarei stato negli anni precedenti e dopo un anno a Milazzo che a livello cestistico mi ha dato davvero tanto”.

Nonostante i tuoi venticinque anni hai fatto tanta esperienza nei campionati senior, però la C Gold ti mancava…“Si vero, ho la fortuna di essere arrivato a venticinque anni con bagaglio cestistico molto ampio.Grazie alle innumerevoli esperienze che tutte le società in cui ho giocato mi hanno permesso di fare, dalle giovanili fino al punto più alto che credo siano state le convocazioni con la serie A dell’Orlandina Basket. Lì ho anche potuto conoscere due dei più forti cestisti italiani (Basile e Soragna), e ho avuto la possibilità di vivere il professionismo a trecentosessanta gradi”.

Coach Paladina e la dirigenza puntano molto su di te, sei pronto per questa nuova avventura?”Ringrazio il coach e la dirigenza che mi hanno fortemente voluto. Metterò tutto me stesso a disposizione loro e della squadra”.

Alla Basket School ritrovi il tuo amico Leonardo Di Dio, per entrambi sarà più facile inserirsi in una squadra rinnovata…“Anche quest’anno ritrovo Leo tra i miei compagni di squadra, e di questo ne sono molto felice.Ormai da anni condividiamo il campo giocando assieme, con un’intesa che è già più che consolidata.Sono sicuro che con il gruppo che si sta formando sarà facilissimo inserirsi”.

La C Gold è un campionato molto competitivo, la differenza la potrebbe fare un gruppo unito e affiatato…“Non so che tipo di campionato sia la prossima C Gold, ma in qualsiasi categoria per fare bene quello che conta veramente è il gruppo, che se ben amalgamato aiuta a superare le difficoltà di un campionato così competitivo”.

Quali sono i tuoi obiettivi personali per la prossima stagione?“Il mio obiettivo per quest’anno è quello di riuscire a reggere al meglio il confronto con un campionato nuovo, e per questo stiamo lavorando con Leo da ormai due mesi con allenamenti guidati da me”.

Per concludere un messaggio agli appassionati della palla a spicchi messinese:“Invito tutti gli appassionati di basket a venire al palazzetto quest’anno.Già l’anno scorso vi era una bellissima cornice di pubblico e spero che anche in questa stagione ci si possa ripetere, perché è quello di cui ha bisogno questa città”.

Cordaro in azione (Foto Mirko Santamaria)