Messina | “Le Pagelle ignoranti ” …di Paolo Crisafi


  • Riprendono “le Pagelle Ignoranti” nel momento, forse, peggiore di questa prima fase di campionato. Occorre precisare che quest’anno la Società (Voto 7) si è mossa abbastanza bene a livello sia organizzativo che, almeno altrettanto importante, economico. Adesso, la società, nata due anni fa, ha un’organizzazione ben definita. Il Team, ex Camaro, (Voto 5,5)   qualche piccola carenza l’ha mostrata, ma ci sta. Il Direttore Sportivo (Voto 5), qualche crepa, dovuta alle scelte, questa squadra la sta mostrando e, a parte le probabili cessioni, sembra manchi ancora qualcosa sugli esterni, almeno tecnicamente e numericamente, tant’è che la panchina sembra fin troppo corta.

Avella: non saprei che colpe si possano dare ad un portiere che prende il primo gol su un colpo di testa angolato da un giocatore appostato nell’area piccola ed il secondo che, per la posizione del cronista, vede passare la palla nell’unico buco tra la mano del portiere in uscita ed il palo. Voto 6,5

Bruno: torna dopo un anno di lontananza ma sembra non aver dimenticato la propria continuità di rendimento di due anni orsono. E’ una delle sorprese positive della squadra, anche se non mostra il “lancio” del suo ex compagno di reparto Manetta. Voto 6

Strumbo: l’Under non è malaccio, però a lui e a questa difesa manca un pò di velocità, si vedono pochi recuperi ed il gol di Diop ne è la prova. Voto 5

Ott Vale: il ragazzotto non fece male a Troina, 22 gare e 3 gol, e neanche a Siracusa in C, 21 presenze e 2 gol, non sarà mica la posizione errata? Forse manca l’incontrista di centrocampo? Voto 5, 5

Giordano: lunga carriera in serie D e qualche gol. Possibile che tante squadre si siano sbagliate? Il lungagnone difensore ha sulla coscienza il primo gol di Sicignano, dal quale si fa prendere il tempo e sovrastare, non mostra la brillantezza necessaria all’ultimo di difesa, Forse la preparazione…. Voto 5  (dal 16’ st Coralli: entra, fa a spallate ma non si vede sotto porta. Quando lo vedremo anticipare un avversario in area o tirare in porta? Voto 4) 

Sicignano sovrasta Giordano (Ph. Paolo Furrer)

Fragapane: unico giocatore i fascia che mette in campo una certa sostanza. Commette un errore madornale prendendo un giallo stupido da un modesto arbitro-vigile. Voto 5

De Meio: ha già un intero campionato di D sulle spalle eppure, oggi, sembrava sin troppo timido su quella fascia. Qualche spazio non sfruttato, qualche palla persa mandandola a casaccio. Su quella fascia solo due anni fa c’era un Under di nome Lia. Voto 5 (dal 43′ st Bonasera: S.V.)

Cristiani: la sorpresa di giornata, le partite da professionista non mentono. Nel primo tempo: un tiro al fulmicotone, un palo ed un gol. Ci sarebbe  da dire: “meno male che c’era lui”. Esce solo per la necessaria sostituzione tattica dopo l’espulsione di Fragapane. Voto 7 (dal 21’ st Ungaro: si posiziona a difesa della porta, ma da uno come lui ci si aspetta prestazioni di carattere, che diano la carica ai compagni. Voto 5,5

Cristiani (ph. Paolo Furrer)

Orlando: se quel tiro o cross nella ripresa fosse finito in porta avrebbe avuto la sufficienza. Troppi personalismi, una palla persa davanti la difesa sguarnita, rischia di far più danno che bene. Voto 4,5 (40′ st Saverino: S.V.)

Crucitti: sembra non trovare la posizione giusta, si mette a disposizione dei compagni ma non ha il guizzo per saltare l’avversario ed innescare gli attaccanti. Ha l’occasione al terzo minuto di recupero ma si fa contrarre in angolo. Voto 5,5

Siclari: vale anche per lui quanto detto per Coralli. Quando lo vedremo anticipare un avversario in area o tirare in porta? Certo, è spesso molto isolato, ma sui cross non si vede mai, non ci ricordiamo tiri di sorta nè che facesse salire la squadra con la sua sola presenza. Voto 5

All. Michele Cazzarò: Non l’abbiamo visto saltare sul campo per incitare o correggere i suoi. Cosa non gradita dai tifosi. Se il suo credo prevede trame  c kon “palla a terra”, spieghi perchè i suoi ragazzi ancora non riescono ad esprimersi o ci dica se c’è stato un sovraccarico di lavoro fisico in previsione del lungo campionato. Insomma, dica qualcosa. Gli si mostrino le dichiarazioni del Professor Scoglio dopo la sconfitta per 5-0 del Messina nella gara di Francavilla, della stagione calcistica 1984/85 . “ Il mio Messina , disse il Prof. a fine gara, lotterà per la promozione in B (arrivò terzo) e il Francavilla retrocederà.”  E così fù. Voto 5

Cazzarò (nella foto di Paolo Furrer)