Fc Messina | La tripletta di un sontuoso Lodi regala la vittoria sul Dattilo 4-2


Fc Messina-Dattilo 4-2: 43′ e 45’+4 rig., 68′ rig. Lodi, 69′ Caballero-45′ Calafiore, 53′ rig. Terranova

Fc Messina (4-3-1-2): Marone; Aita, D. Marchetti, Da Silva, Ricossa; Garetto (63′ A. Marchetti), Lodi (89′ Fissore), Palma (81′ Giuffrida); Coria (59′ Arena), Carbonaro (70′ Piccioni); Caballero. A disp.: Monti, Panebianco, Cangemi, Casella. All. Costantino.

Ssd Dattilo (4-3-2-1):  Giappone; Benivegna (73′ Di Giuseppe), Nigro, Pagliarulo, Galfano; Calafiore, Lupo (46′ Pace), Di Giorgio (81′ Cicala); Terranova (70′ Iraci), Bonfiglio (83′ Said); Manfrè. A disp.: Rallo, Grimaudo, Fragapane, Doda, Castiglione. All. Chianetta.

NoteAmmonizioni: Da Silva, Lupo, Nigro, Caballero. Espulsioni:

Altro crocevia importante per il Fc Messina del nuovo corso Costantino che per la prima volta ha a completa disposizione il duo tutto fantasia Coria-Lodi e che schiera almeno inizialmente in panchina A. Marchetti e Arena oltre a capitan Giuffrida, assenti gli squalificati Bianco e Bevis. Il Dattilo invece si presenta al “Franco Scoglio” dopo due risultati utili consecutivi, una vittoria ed un pareggio, contro due dirette concorrenti per la salvezza e naviga in acque tranquille, all’andata la gara era finita per 1-0 in favore del Dattilo con il goal in apertura di Sekkoum dopo soli 6 minuti di gioco.

Partenza subito forte dei padroni di casa che già al 3′ hanno la prima occasione con una punizione pericolosa dal limite dell’area di rigore con Lodi alla battuta ma pallone che finisce fuori senza grossi pericoli. Al 8′ gran colpo di testa di Caballero e miracolo di Giappone che mette in angolo. Ancora padroni di casa al 14′ con Carbonaro che dentro l’area disegna una traiettoria all’angolino ma ancora miracolo di Giappone. Al 22′ è Palma ad andare vicino al vantaggio ma non arriva di poco alla conclusione a rete e la difesa ospite chiude in angolo. Al 25′ va ancora in scena il duello Lodi – Giappone con il portiere ospite che disinnesta il play giallorosso.  Al 32′ errore di Da Silva che regala il primo calcio d’angolo ospite. Al 35′ ancora punizione di Lodi con Garetto tocca quasi a colpo sicuro ma gli ospiti salvano sulla linea. Al 43′ arriva il meritatissimo vantaggio giallorosso con Lodi e la sua specialità ovvero punizione potente, precisa ed impossibile da prendere. Nemmeno il tempo di festeggiare e al 46′ su errore di Marone arriva il pareggio con Calafiore da punizione. L’Fc non ci sta e si riversa subito in attacco e stavolta è il sempre coriaceo Carbonaro e credere su un pallone vagante che vale la massima punizione per il Fc Messina; rigore che Lodi trasforma con tutta la classe possibile, cucchiaio “alla Totti” e nuovo vantaggio giallorosso

Seconda ripresa con gli ospiti che spingono e al 2′ calcio d’angolo Dattilo dai cui sviluppi gli ospiti chiedono invano un rigore. Al 4′ ancora Dattilo con Calafiore che stampa una conclusione violentissima che direttamente sulla traversa. Al 6′ rinvio errato di Marone da cui nasce una ripartenza che costa una pericolosissima punizione dal limite dai cui sviluppi nasce il rigore per gli ospiti per un presunto tocco di mano in barriera. Batte Terranova che spiazza Marone e impatta sul 2-2. Gara che si fa più nervosa ed al 13′ è il Football Club Messina a chiedere un rigore ma l’arbitro dice di lasciar correre, intanto entra Arena ed esce Coria. Al 16′ torna ad essere pericola la squadra di casa con girata di Caballero e Giappone che ancora miracolosamente salva. Al 21′ altro episodio dubbio ed altro calcio di rigore di giornata, secondo per il Fc Messina conquistato da Carbonaro. Rinnovo del duello Lodi-Giappone che vede il primo vincente ed è tripletta per Lodi e 3-2 per l’Fc Messina. Al 24′ arriva anche la ciliegina del bomber Caballero che di testa non lascia scampo a Giappone e sigilla il risultato sul 4-2. Al 29′ altro episodio dubbio con protagonista Bonfiglio che rischia il secondo giallo. Al 32′ Piccioni salta la difesa ospite e serve Carbonaro ma l’attaccante giallorosso è troppo altruista nel cercare il passaggio ulteriore verso Palma che viene anticipato in angolo. Girandola di cambi per entrambe le squadre e ritmi che calano sensibilmente a tutto vantaggio per i padroni di casa. Al 40′ rischio Fc Messina su palla rubata ad Aita con un cross apparentemente innocuo che, grazie anche al vento, si stata trasformando in una traiettoria insidiosissima per Marona che è attento a bloccare.

Ovazione per Lodi al 43′ che esce per lasciare spazio a Fissore ed è questa l’ultima emozione di giornata con un Fc Messina assolutamente protagonista di un match dominato nel punteggio e nella prestazione che ha trovato un Ciccio Lodi di categoria superiore ed un Caballero continuo nei goal e nelle prestazioni

La video intervista a Lodi (riprese Antonio Sindoni)